venerdì 22 ottobre 2010

Tematiche Scabrose # 1,2,3,4

Oggi vorrei accennare (trattarli proprio no, non ho la forza fisica nè mentale!) ad alcune tematiche scabrose.
ma proprio accennare, le butto lì, via, poi si vedrà.

Tematica Scabrosa #1: il capoparto. a quasi otto mesi dal parto, ancora nisba. non è che mi manchino particolarmente, anzi, dopo 17 mesi senza, nemmeno mi ricordo più come ci si comporta, però...
ovvio che ne ho parlato alla ginecologa, la quale ha risposto che è normale, ma questa prolungata assenza comincia a farsi ingombrante più della presenza (quasi)

TM #2: la gelosia. ne ho già parlato. ma è sempre uguale se non peggio. gelosia di mio figlio, intendo. non sopporto che me lo tolgano di mano, che lo smanaccino, che dicano "vedi che sta bene anche senza te?" (maledette, ma io vi ho mai sottratto vostro marito per dirvi come stava bene a braccetto con me invece che con voi?)

TM #3: lo shopping compulsivo. del tipo che se non torno a casa con una bustina di plastica o di cartoncino attaccata al passeggino, sto male. mi sento una nullità.
sospetto si tratti di una compensazione della mancanza di lavoro/vita sociale fighetta/sonno, per cui mi riempio di gratifiche per non pensare, per premiarmi della mia resistenza psicologica o che cavolo ne so

TM # 4: i pensieri angosciosi. la buonanima della Hogg diceva che i pensieri angosciosi e tormentati sono sintomo di depressione. io non mi sento depressa clinicamente, mi sento stanca, fragile, a volte sull'orlo di un esaurimento per l'enormità del compito di accudire mio figlio e di essere sola con lui pressochè tutto il giorno (però questo credo sia normale, dai). ma sono capace di godere dei momenti bellissimi che mi regala la mia famiglia, e sono pienamente consapevole della mia felicità.
ciò non toglie che abbia frequentemente pensieri del tipo oddio se mi cadesse dalla finestra/se lo investissi in retromarcia con la macchina/se lo rapissero in un negozio affollato quell'unica volta che non l'ho allacciato bene, e via dicendo. in testa, a dispetto di tutte le misure di sicurezza che impiego ormai automaticamente, scattano sempre scenari inquietanti che si snodano alla moviola fino all'inevitabile, angoscioso e tragico epilogo. al punto che quando esco dal garage con la macchina, devo controllare circa trenta volte nello specchietto retrovisore che il placido pupone sia bello ancorato al suo seggiolino auto.

sono pazza? sì forse un po' sono pazza.

oggi avevo voglia di scrivere un po' per smaltire questi pensieri e condividerli con voi...
...a voi capita?
...e come state, in generale??

13 commenti:

  1. Bene, procediamo col tuo stesso ordine:
    1) capoparto: capisco benissimo la tua ansia del ritorno,in fondo il ciclo ci scandisce il passare del tempo e poi gli ormoni e tutto quanto...però devi solo rassegnarti, d'altronde tu allatti ancora, no? e questo conta
    2) rassegnati anche per la gelosia: è parte di te, del tuo essere, è comune a tutte le femmine con prole, è la voce del tuo istinto...e poi tuo figlio è qui ed ora il 30% della tua famiglia, è assolutamente normale che tu reagisca così! ma devi anche rassegnarti al fatto che gli altri non lo capiscano, non ti chiedano se possono prenderlo, non pensino a te e a volte nemmeno al suo benessere, ma siano assorbiti dalla loro voglia di fare le coccole (ops sto parlando di mia cognata!)
    3)lo shopping compulsivo è sano, gratificante, valido surrogato di molti bisogni, ma non di tutti...ma a Roma non ci sono servizi tipo nidi aperti? qui da noi ci sono dei centri apposta per bambini piccolini (dai tre mesi ai tre anni), dove puoi portare il tuo piccolino, stare con lui mentre gioca e nel frattempo fare due parole con le educatrici o con le altre mamme! è un ottimo sistema per uscire dalla propria solitudine o dal proprio isolamento...
    4) passo! a parte l'essere perennemente sull'orlo di una crisi di nervi e stanca da paura, non ho pensieri angoscianti e non so proprio cosa suggerirti!

    in ogni modo, che bello che adesso il tuo computer funziona!

    RispondiElimina
  2. la mia BambinaGrande ha 4 anni abbondanti, però ho ancora paura che me la rubino nei negozi o al supermercato, e ho paura di sbatterle il portellone della macchina in testa quando lo richiudo, e sogno che vado all'asilo a prenderla e non me la fanno prendere, non me la fanno portare a casa. E solo a pensarci mi sale il magone, pure ora.
    Quindi stai tranquilla, che c'è chi sta peggio di te (e ora noi si dorme eh, per fortuna!!)

    RispondiElimina
  3. Considerazioni casuali:
    TM #2 sicuramene sta bene anche con altri, ma alla fine è TUO, sono gli altri che devono essere gelosi
    TM #3 i manici del passeggino sono fatti per attaccarci dei sacchetti, se no si sentono inutili
    TM # 4 i pensieri angosciosi non finiscono, anche io immagino spesso situazioni tragiche. Chissà quando usciranno la sera da soli...
    Un bambino piccolo è una gioia immensa, ma anche una grandissima fatica, è normale essere un po' sbalestrate.

    RispondiElimina
  4. Dunque...
    Il capoparto spesso non arriva finchè allatti... e secondo me a questo si aggancia tutto il resto... troppi ormoni in circolo! Bè forse per la gelosia no... il tuo bambino sta bene soprattuto con te... tu sei la sua isola felice... gli altri si devono rassegnare a questo!
    Lo shopping compulsivo ... hai fatto un'ottima analisi... e poi mettici gli ormoni impazziti...
    Per i pensieri angosciosi.... anche io spesso ho paura che me lo portino via... credo sia la mia paura più grande... soprattutto ora che da ometto cammina e corre quando stiamo fuori! Gli ormoni? Ma a me il ciclo è tornato da un pezzo... Sono pazza!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Ciao!passa dal mio blog..c'è un invito per te!

    RispondiElimina
  6. @ Cocchina: questa cosa dei nidi aperti me la devo proprio studiare....ti farò sapere!

    @ Trasparelena: grazie di aver condiviso le tue ansie! mi sento meno "strana"!! (al portellone della macchina non avevo pensato....oddio!)

    RispondiElimina
  7. @ Ohmamma: pensa che il mio passeggino non ha manici, per cui ho dovuto comprare un moschettone per appenderci i sacchetti.... :)))

    @ Tatina: io continuo a incolpare gli ormoni infatti anche se sono 17 mesi che lo faccio...!!

    @ valentina: sono passata! grazie! appena ho un po' di tempo/privacy/energie lo faccio anch'io...!

    RispondiElimina
  8. #1: normalissimo davvero. Io l'ho avuto dopo 14 mesi dal parto. E ti dirò: dopo ho sbattuto la testa al muro chiedendomi perchè le rivolevo!
    #2: io sono una di quelle "Ma magari stesse bene con altri!!!!!" il che non significa che la gente non debba chiederti il permesso prima di prenderlo o che se lui sta male con loro non debbano ridartelo. E ci mancherebbe.
    #3: sei fortunata a non aver ancora scoperto le gioie dlelo shopping on line...un disastro!
    #4: altra cosa che non ho: ansie da incubo. Sto molto attenta, la lego maniacalmente, la controllo ma ho anche imparato a lasciare un po' correre (non lei sola nei negozi affollati comuqnue) perchè penso che i bimbi se li proteggiamo dalle nsotre ansie più che dai pericoli diventino davvero troppo dipendenti e non sappiano poi tirarsi fuori dia guai da soli se necessario.

    RispondiElimina
  9. penso che le tue siano le angosce comuni che abbiamo un pò tutte noi ,anch'io ho un piccolino di quasi 5 anni e ogni giorno mi pongo mille domande su tutto quello che riguarda la sua crescita come se all'improvviso non fossi più sicura di niente ,poi mi accorgo che tutto va da sè nel nostro rapporto ,senza regole ma giorno per giorno .Ciao un saluto Chiara

    RispondiElimina
  10. Anche per me il primo anno è stato pieno di pensieri angosciosi, molto difficili. Il capoparto - e soprattutto il mio corpo dopo il parto - è tornato esattamente un mese dopo (10 mese) il giorno in cui laPulce ha smesso di volere il mio latte (9 mese). Per il resto sai cosa mi ha aiutato? razionalizzare, verificare con me stessa di essere sufficientemente buona e di fare cose che facevano stare bene me e lei e poi .. scrivere scrivere scrivere! baci, silvietta

    p.s. sei normalissima. hai mai letto concita de gregorio e-o marilde trinchero?

    RispondiElimina
  11. quando B aveva 1 mese, me la portavo a spasso nella fascia; e mi piaceva un sacco. certe volte però mentre andavo le gnocchia mi si bloccavano: e se cade un vaso da un balcone? una volta l'ansia era tale che son tornata a casa. anche ora se mi distraggo (cioé se mi distraggo dal mio essere concentrata sul positivo) 'vedo' macchine che slittano su una neve che non c'è e vengono addosso al mio passeggino.

    RispondiElimina
  12. secondo me l'autunno non aiuta. e l'hai anche scritto. per quel che mi riguarda mi ammazza proprio e sono ad un punto che sarei disposta ad ingoiare qualsiasi cosa pur di non sentirmi più così. per il resto, che c'è di male in un po' di shopping? anzi, già che ci sono vado a comprarmi quel bel maglioncino che ho visto all'outlet. bacio!

    RispondiElimina
  13. @ roccia: tu sei proprio una roccia! :D

    @ viaggiareconibambini: hai ragione, va da sè, senza farsi troppe paranoie.

    @ Silvietta: evviva bentornata! ah che bello, al 10° mese ti son tornate? certo che pure io se continuo ad allattare a questi ritmi...
    grazie!
    ps: le devo leggere ancora, sono nella "lista".... :)

    @ rosa: infatti bisogna rimanere concentrate su quello che si sta facendo, e vedere come tutto va da sè...vedo che pure tu a antasie disastrose sei messa bene! :))

    @ MammaMaggie: no, l'autunno NON aiuta per niente, e non so come farò tutto l'inverno.
    bisogna fare giorno per giorno, e con coraggio....e tenerci in contatto tra di noi!

    RispondiElimina

E' bello scambiarsi le opinioni...o anche solo farsi un saluto... Grazie!